...la scritta è un omaggio ad Erik Satie ed stata realizzata con il carattere che lui usava per i suoi manoscritti...
IL LIBRO DEGLI OSPITI
open mind
SGR T-SHIRT
agarthaprog.com
Rassegna di Musica Diversa "Omaggio a Demetrio Stratos"
FBook
Overtone Music Network
FBook

EDIZIONE - 2017

Gruppo N. 18 - Sito ufficiale
Nome Gruppo: SIMONE SESSA
Titolo Brano: VIDEODRONE


Valutazione popolare: 44 - N. 10 giudizi

Esprimi il tuo giudizio per una valutazione popolare:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Giudizio espresso dalla Giuria della Rassegna:
ESTETICA:
1603
ORIGINALITÀ:
475
ESECUZIONE:
173
TOTALE:
2251
Per questo gruppo 23 giudizi su 23 giurati.
Giudizi espressi = 100,00% sul totale dei gruppi in rassegna.

Note del gruppo:
https://vimeo.com/207548214

Il brano "VideoDrone" è tratto da "See the Zen Key", primo disco solista del chitarrista/compositore Simone Sessa, distribuito dalla Lizard Records, inserito nel catalogo Zeit Interference. Il disco è costituito da otto tracce dedicate ad altrettanti registi che hanno segnato la formazione artistica e culturale dell'autore, più un nono omaggio ad Orson Welles (nel titolo dell'album). Tutti i suoni che si possono ascoltare su questo disco hanno una sola ed unica origine: una chitarra elettrica il cui suono è stato in diversi casi processato tramite una serie di pedali analogici e digitali. Non sono stati utilizzati altri strumenti, non ci sono basi campionate, non ci sono sample di provenienza varia. Le composizioni si basano su una serie di loop sovrapposti con ingressi differenziati e sono arrangiate in maniera tale da essere eseguibili dal vivo in maniera fedele e con l'ausilio di alcune loop station, senza la facile scorciatoia di sample o basi pre-registrate.

Formazione del gruppo:
Chitarrista/compositore laureato in chitarra al Conservatorio di Salerno ed attivo da diversi anni sia nell'ambito dell'attività live/studio che in quello dell'insegnamento. Oltre alla fondamentale e decisiva esperienza con il "Crossroads Improring" (collettivo di musicisti napoletani dediti alla sperimentazione nell'ambito dell'improvvisazione radicale), Simone Sessa ha collezionato esperienze nei più disparati ambiti musicali, giungendo ad una sorta di sintesi e di superamento dei generi, ben evidenti in questa sua opera prima.
Negli spettacoli dal vivo l'autore si avvale della collaborazione di un videomaker, creando un'interazione tra musica e immagini ispirata alla stessa concezione del disco: per entrambi si alternano momenti composti e parti improvvisate.

I vostri commenti:

| Scrivi | Registrati |
Per interagire con il sito esegui il Registrati Registrati ora

Elenco dei 18 Gruppi in rassegna



GRADUATORIA
edizione 2017
La Giuria 2017